Ciao, nel tips di oggi voglio parlarti di Facebook Ads e del tuo Business.

Se ad oggi non hai mai fatto facebook ads evidentemente stai perdendo non pochi soldi e non puoi lamentarti se non riempi l’agenda di appuntamenti o il tuo ristorante rimane vuoto durante la settimana.

Ma cosa mi stai dicendo?

Si è così e ti dico la verità però attenzione perchè non semplice fare ads su Facebook perchè si concorre ad una vera e propria asta e quindi bisogna stare attenti a non sperperare soldi inutilmente.

Ok ma bando alle ciance e andiamo al sodo.

Facebook Ads Local

Se hai un’attività local che sia un ristorante, un centro benessere o un rivenditore di stufe a pellet devi per forza di cose passare per Facebook Ads se vuoi investire in maniera profittevole i tuoi soldi.

Esatto!

Puoi far lavorare i tuoi soldi per te.

Come?

Ti darò alcuni consigli su come impostare una campagna di Facebook Ads local.

Ammettiamo che tu abbia un ristorante e tu abbia questi obiettivi:

  • Aumentare il fatturato
  • Aumentare il numero dei clienti
  • Aumentare il valore percepito

La prima cosa da fare è creare un piano editoriale tra contenuti, immagini, post e strategia ads.

Ammettiamo che il cliente abbia €180,00 al mese da spendere lo suddividerei in questo modo:

  • 1 post a settimana da far girare con belle foto di piatti e location. Spesa in ads circa €15,00 a settimana;
  • 1 post a settimana incentrato su un contenuto di valore per far aumentare il valore del ristorante. Spesa in ads circa € 10,00 a settimana;
  • 1 post generico di test per capire il pubblico interessato ottimizzato per interazioni. Spesa in ads circa € 20,00 a settimana.

Un totale di 12 post al mese tutti sponsorizzati per raggiungere un maggior numero di persone interessate e capire le abitudini dei nostri potenziali clienti.

In questo modo creerai una relazione costante con i clienti e potrai aumentare il valore percepito per cui un cliente se vede un bel piatto succulento può decidere prima o poi di passare ad assaggiarlo.

Una volta che abbiamo acquisito un po’ di dati e abitudini dei nostri utenti possiamo creare un pubblico personalizzato.

Cos’è un pubblico personalizzato?

pubblico-personalizzato-facebook

Facebook per fortuna ci mette a disposizione questo strumento all’interno del Business Manager cioè possiamo creare un pubblico per ogni interazione che l’utente esegue sui nostri post o sulla nostra pagina.

Possiamo creare un pubblico personalizzato per ognuna di queste opzioni:

  1. Tutte le persone che hanno visitato la tua pagina;
  2. Persone che hanno interagito con qualsiasi post;
  3. Persone che hanno cliccato su un qualsiasi pulsante di call to action;
  4. Le persone che hanno inviato un messaggio verso la tua pagina;
  5. Persone che hanno salvato la tua pagina o un post.

Perchè è efficace creare un pubblico personalizzato?

Perchè restringeremo il campo soltanto alle persone che realmente hanno mostrato un reale interesse verso i nostri post.

Potremmo quindi concentrarci e fare una campagna mirata esclusivamente verso il nuovo pubblico e quindi spendere meno soldi e sicuramente avere più coversioni.

Cosa ne pensi di questa strategia? Ti è piaciuta?

Se si ti invito a mettere like sulla mia Pagina Facebook e sul mio profilo Instagram.

Grazie 🙂

Consiglio

Se imposti delle campagne facebook ads local, attenzione a non restringere troppo il pubblico con la targetizzazione.

Es. se hai un pubblico di circa 80.000 persone conviene fare delle campagne “no target” così da poter raggiungere un maggior numero di persone.

Una cosa invece molto importante è il copy che utilizzi per le ads, meglio essere diretti nel caso di ads local.

Es. Sei un idraulico e vuoi promuoverti a Massa Carrara? Io imposterei il copy in questo modo per esempio: “Hai bisogno di un idraulico a Massa Carrara?”

Utilizzo del Chatbot

Il chatbot è una vera e propria intelligenza artificiale.

E’ un assistente virtuale che stabilisce un contatto e una relazione con il tuo potenziale cliente, quando non ci sei o quando non puoi rispondere a tantissime persone nello stesso momento.

Il termine “chatbot” deriva dalla parola inglese chat che significa chiacchierare, e bot che è l’abbreviazione di robot.

Il chatbot infatti chiacchiera, può essere programmato per rispondere e fare domande, per creare nuove liste di clienti oppure per diffondere contenuti a chiunque sia interessato al tuo business.

E parlando proprio del tuo business hai mai provato ad ottimizzare il tuo tempo con un chatbot?

Un chatbot:

  • È più personale ed interattivo rispetto ad una email;
  • 
Instaura una conversazione one to one, come una vera e propria “chiacchierata virtuale” tra due persone
;
  • È in continua crescita nel mondo del digital marketing;
  • 
Non riempie la tua casella di posta
;
  • Può fornire risposte di emergenza;
  • 
Può aiutare i tuoi utenti a risolvere un problema
;
  • Può farti guadagnare di più.

Come puoi utilizzarlo in una campagna local?

Potresti per esempio fare una sponsorizzata in cui inviti l’utente ad iscriversi al tuo chatbot in cambio di uno sconto coupon da scaricare e da portare nel negozio, successivamente potresti programmare il chatbot per informare sui tuoi prodotti/servizi e proporre degli upsell (prodotto migliore con margine di guadagno maggiore).

Facebook ads local caso di studio

Ora come promesso voglio mostrarti un caso di studio molto interessate.

Cliente: Rivenditore di stufe a pellet.

Cosa funziona e cosa non funziona.

Viene un cliente da me dicendo di non essere soddisfatto dell’agenzia a cui aveva affidato il lavoro di social marketing perchè non riusciva a vendere.

Affida a me il lavoro dopo alcune prove grafiche.

Faccio un’analisi di quello che è stato fatto e i punti deboli delle vecchie ads.

I vecchi post avevano una grafica da brand tipo “Coca Cola” troppo perfetti graficamente. Messaggio da “comprendo e non comprendo cosa vendi” senza menzionare alcun prodotto ma solo campagne per “notorietà del brand”.

Si racimolavano solo qualche like e niente più.

Capito questo ho ribaltato subito la situazione puntando quasi esclusivamente sul prodotto e un copy abbastanza diretto.

Post interazione con link a messenger, molto semplice.

Target di persone: uomini e donne tra i 25 e i 55 anni d’età.

Risultato dopo circa 40€ spesi:

16 messaggi su messenger e 20 messaggi sul post della pagina.

Alcuni di questi contatti si sono trasformati in vendita.

Mediamente una stufa si vende a circa € 3.500,00 quindi potete fare subito un rapido calcolo del ritorno dell’investimento (ROI).

ATTENZIONE: Ti consiglio di leggere anche questo caso di studio: 30.000€ in una settimana con le facebook ads

Conclusione

Non siamo tutti la Ceres o la Coca Cola, bisogna capire quando fare e quando non fare determinate azioni altrimenti si investono male i soldi senza ottenere risultati.

E cosa molto importante: I like non servono a fatturare!

LIBRO CONSIGLIATO: La pubblicità su facebook, solo i numeri che contano

Vuoi saperne di più? Scrivimi nel form qui sotto