Ciao, in questo articolo ho scritto quelli che secondo me sono gli step principali da tenere presente quando vogliamo creare una campagna Facebook Ads efficace.

Ma non voglio farti perdere tempo prezioso quindi, cominciamo!

Premessa

La domanda che spesso mi viene rivolta è: “Ciro, come si fanno le campagne di Facebook Ads?”

Mi rendo conto che la risposta è abbastanza complessa perché include conoscenze legate sia alla tecnica che alla psicologia e uno studio approfondito del proprio target.

Ma proverò a semplificarla il più possibile nel corso di questo articolo.

Prima di iniziare, mi aspetto che tu già sappia cosa sia il pixel, un pubblico lookalike, la lead generation e il funnel marketing.

Detto questo, cominciamo!

1 – Prima di lanciare, pensa

Esattamente.

Prima di lanciare la tua campagna di Facebook Ads, pensa a quello che cerca il tuo target di riferimento, quali sono i bisogni che tu riesci a soddisfare e perché un utente dovrebbe acquistare da te.

Quindi, nella prima fase, io ti consiglio di analizzare il tuo pubblico evitando di proporre a tutti la vendita diretta del tuo prodotto/servizio, senza ricavarne veri guadagni.

Crea dei contenuti di valore e fai conoscere il tuo prodotto/servizio, soprattutto nelle prime 2 settimane.

Crea delle campagne per interazione/visualizzazione di video.

Se il tuo pubblico è inferiore ai 200.000 utenti o sei un business local, evita di mettere gli interessi, andrai a scremare il tuo pubblico in un secondo momento.

Nei vari post parla dei benefici del tuo prodotto e non del prodotto stesso.

Es. Se vendi materassi, non parlare di quanto è morbido il materasso che vendi ma di come quel materasso possa migliorare il tuo sonno.

In pratica, parla al cuore degli utenti, stimola le loro emozioni.

2 – Trasforma il traffico che non possiedi in traffico che possiedi (Lead Generation).

Perfetto.

Una volta che hai creato interazione e acquisito qualche dato in più sui tuoi potenziali clienti, avrai già fatto un bel passo avanti.

Da questo momento in poi potrai portare le persone verso il tuo funnel.

In che senso?

Devi iniziare ad incanalare le persone ed acquisire un loro contatto (lead, appunto). Solo così non avrai speso soldi inutilmente, ma avrai fatto un buon investimento.

Devi trasformare il traffico che “non possiedi” (facebook ads) in “traffico che possiedi” (email, chatbot, numero di telefono ecc.).

Detto ciò, devi creare un Lead Magnet, ovvero qualcosa di utile da regalare al tuo potenziale cliente in cambio del suo prezioso contatto.

A questo punto, crea più campagne con diversi copy e creatività e poi mettile a confronto, per capire quale converte più utenti in lead.

Fai un ab/test e controlla spesso i dati per non lasciare mai nulla al caso.

Obiettivo campagna: conversione.

Ricorda sempre che l’obiettivo principale della tua campagna è la conversione di semplici utenti in lead.

Per farlo, aiutati con questi strumenti:
optin page per acquisire il contatto e rilasciare il lead magnet;
tool di email automation (GetResponse, Active Campaign, Drip ecc.).

Appena hai accumulato abbastanza dati, fai retargeting.

Installa il pixel all’interno della tua thank you page (ossia, la pagina successiva alla optin page).

3 – Allena il Pixel

Ora che stai creando la tua lista di contatti, puoi iniziare ad alimentare il tuo fedele pixel, acquisendo piano piano i comportamenti dei tuoi potenziali clienti.

È giunto il momento di espandere il tuo pubblico e creare un pubblico personalizzato o pubblico simile (lookalike).

Consiglio:

Se hai poco budget e devi vendere in tutta Italia, ti consiglio di puntare le campagne in un paio di regioni, ad esempio Lazio e Piemonte.

Allena il pixel e successivamente crea un pubblico lookalike che va dal 2% fino al 5%, ad esempio. A questo punto, prova a scalare la campagna in tutta Italia ottimizzando quindi il tuo budget.

Puoi anche creare delle campagne di retargeting per chi ha visualizzato i tuoi video (per esempio chi ha visualizzato il 70% del video è una persona interessata) e via di seguito.

Obiettivo campagna: Conversioni.

Pubblico: Lookalike

Consiglio:

Se utilizzi un lookalike dell’1%, utilizzalo così com’è. Ma se usi un lookalike superiore (ad esempio, del 5%), prova a fare una pulizia del target e quindi utilizza su quel pubblico degli interessi.

4 – Scala la campagna

Molto bene.

Ora che hai creato un sistema per poter convertire gli utenti, devi scalare la campagna e massimizzare le conversioni.

Devi però continuare a creare contenuti di valore, ricordi il punto 1?

Questo non significa che ora puoi dormire sugli allori!

Infatti, molti degli utenti che cliccano sul tuo annuncio, probabilmente si sono limitati ad un click, non diventando ancora dei lead.

Quindi, che fare?

Devi dare un’altra chance alle persone più distratte o che in quel momento stavano facendo altro.

Concentrati su chi ha visualizzato la tua pagina, con chi ha abbandonato il carrello ecc.

Consiglio:

Quando sei in fase di retargeting ricordati di eliminare chi invece ha già eseguito un’azione nei tuoi confronti (in modo da non fare spam).

Obiettivo campagna: Conversione.

Pubblico: Retargeting.

Ricorda che i pubblici di retargeting che funzionano sono oro colato per te, perché potrai utilizzarli nei prossimi lanci futuri dei tuoi prodotti/servizi.

5 – Alcuni consigli

Ti consiglio di dividere le tue campagne in 3 fasi:

  1. Awareness
  2. Lead generation/Nurturing
  3. Conversioni

Per ogni campagna servono obiettivi, copy e creatività diverse.

Ricordati sempre che facebook non è un centro commerciale.

Non sei lì per vendere ma per intercettare i bisogni dei tuoi potenziali clienti.

Non adagiarti sugli allori e sperimenta sempre creatività e campagne diverse.

Se la tua campagna non performa subito, non andare nel panico.

Le campagne spesso iniziano a performare dopo il quinto giorno dal loro lancio. Fidati, ho una lunga esperienza in merito!

Ricordati che i video sono e saranno sempre più performanti in futuro.

Se fai una sponsorizzata ogni tanto, non ti serve a nulla e stai soltanto buttando soldi.

Quindi, sii sempre presente con una campagna attiva.

Se spendi meno di 100 € al giorno e sei un brand medio/grande, stai buttando soldi.

Se hai un business local e spendi meno di 10/12 € al giorno, stai buttando soldi perché difficilmente riuscirai ad ottenere risultati in questo modo.

Questi sono alcuni consigli che sento di darti dopo migliaia di euro spesi per le campagne di Facebook Ads per la mia agenzia di marketing e per i miei clienti.

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

LIBRO CONSIGLIATO: Facebook marketing Pro. Strategie e azioni per fare business

Un abbraccio.

Ciro.